Moschino Cheap and chic 

Franco Moschino approda alla vita in maniera molto dura,

 a soli otto anni rimane orfano, 

in età adulta lotta con il male in maniera forte, silenziosa e nascosta. 

Nasce ad Abbiategrasso nel 1950, si iscrive all’Accademia di belle arti di Milano nel 1967, volendo diventare un pittore,  finanziò i suoi studi lavorando come illustratore di moda freelance,

ma ben presto il suo interesse si sposta dalla pittura alla sartoria.

A partire dal 1978, per undici stagioni consecutive, disegna le collezioni Cadette.

Il vero incontro importante che lo catapulta nel mondo della moda è quello con Gianni Versace, nel 1971 lo prende con se,riconoscendo subito in lui spiccate doti creative e innovative.

Nel 1978,conclusa la collaborazione con Versace, nasce definitivamente la società Moschino per la creazione e la vendita di modelli per l’industria tessile e dell’abbigliamento. 

Da qui a poco nascono molte collaborazioni: 

Moschino disegnò il prêt-à-porter prodotto dalla ditta parigina Dejac, 

la linea Hamilton per Nordic Furs, 

la linea di camiceria Davidoff per la Ascam e Lory of Florence,

 la linea Albinea, diventata poi Pianoforte per Max Mara,

 la linea della pellicceria Matti, 

la maglieria Blumarine e i costumi da bagno Armonia.

Cadette – impresa fra le prime ad aver intuito l’importanza della collaborazione fra stilismo e industria e ad averla sperimentata con il precursore Walter Albini – lo ingaggiò dal 1978, facendolo debuttare come fashion designer sulle passerelle della Fiera di Milano, al 1983, anno in cui Moschino incominciò a “firmare” i propri capi, prima quelli femminili e poi le collezioni uomo.

È ed proprio  nel 1984, che nasce la MOSCHINO COUTURE, ormai solido e forte stilista del Made in Italy, gioca, provoca e detta le regole di un nuovo e spiritoso stile di moda e vita. 

I vestiti da lui disegnati si dimostrano estremamente innovativi ed inusuali, ponendosi come punto di partenza per stilisti come Jean Paul Gaultier.

 Moschino rielabora capi classici, aggiungendo dettagli irriverenti, come tailleur con girandole al posto dei bottoni, o posate 

il celebre tubino nero con prezzo ricamato sul capo o addirittura gonne realizzate interamente di cravatte, camicie mono-manica o T-Shirt con la scritta “Moschifo”.
Anche le sue sfilate si distinguono per originalità, con le modelle che sfilano in ginocchio,si fa fotografare vestito da donna ed invia ai media degli slip come inviti alle proprie collezioni.

Energico, provocatore, innovativo, spiritoso, una ventata di freschezza nella moda degli anni 80/90, precursore di un mondo in continua trasformazione, visionario, artista e genio, questo sì era Franco Moschino. 

Grande artista, un pò pittore, molto sognatore, iniziatore di slogan propagandistici, irriverenti e attuali, sempre con una chiave di lettura ironica. 

Per primo 

  • Usa modelle non convenzionali ( vecchiette e sfondi trompe l’oeil)
  • Fece sfilate evento come rappresentazioni teatrali
  • Prese in giro il mondo della moda, famose le sue frasi come |stop the fashion system| o |chi sfila avvelena anche te digli di smettere| essendo in quegli anni troppi concentrata su se stessa . 
  • Fece campagne pubblicitarie provocatorie rivoluzionarie, usando simboli cattolici dissacratori e rivendicando sempre l’essere unici e diversi. 

Gioca con la pop culture e la pop art 






Nel 1988 lancia una linea “economica”, la Cheap Chic Donna e Cheap Chic Uomo. Soltanto nel 1993 Moschino realizzerà una mostra con i propri dipinti, all’interno della retrospettiva X Anni di Kaos.

Cheap Chic consacra la sua voglia di arrivare a tutti,

si diverte con il casual i jeans e la lingerie, 



per arrivare a consacrare un’altro suo sogno la nascita della sua Eau de parfum CHEAP AND CHIC 

Anche qui gioca come solito fare con uno stile cartoon sulla confezione,ricordando “Olivia” di braccio di ferro. 

Eau de parfum ancora sul mercato e a dire il vero ricercato.  


La sua grande forza creativa la manifesta in tutte le sue boutique e in tutte le sue vetrine scenografiche, il suo saper mettersi in gioco senza mai prendersi troppo sul serio, 

Muore in seguito ad un attacco di cuore, anche se c’è chi giura di AIDS, non ha mai dato segni deboli della sua malattia e fino all’ultimo con le sue più brillanti citazioni, ha silenziosamente regalato arte gioia e spirito di libertà. 


“Il concetto Moschino consiste nel lasciare totale libertà di scelta a coloro che desiderano vestirsi. Le impostazioni sono bandite, quello che si usava l’anno scorso, se ti piace, si userà anche quest’anno e il prossimo….”

“Se non potete essere eleganti siate almeno stravaganti”



…NON C’ È CREATIVITÀ SENZA…
                      |    KAOS  |

                FRANCO MOSCHINO

Annunci

Autore: audreistile

La passione è vita L'artista è il creatore di cose belle,rivelare l'arte senza rivelare l'artista è il fine dell'arte, coloro che scorgono cattive intenzioni nelle belle cose, sono corrotti, senza essere interessati. Questo è un difetto. Oscar Wilde

1 thought on “Moschino Cheap and chic ”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...