Sembra facile … Bialetti

  

A 93 anni se ne va Renato Bialetti , grande imprenditore che ha creduto in quello che il padre aveva iniziato, 

Come dargli torto, l’invenzione della moka …. E che invenzione, il caffè a casa di tutti, chi di noi non può non rimanere incantati davanti a tanta invenzione. 

Il caffè piacevole pausa, piacevole risveglio, piacevole amore puro, senza diciamoci la verità saremmo persi. Quanti di noi solo per il gusto di ricavarsi cinque minuti egoistici o felici mettiamo su la moka ! 

C’era un aneddoto che a Renato Bialetti piaceva raccontare, un giorno in un albergo cercava di spiegare a dei francesi molto scettici il funzionamento della sua moka, di lì a poco passò Aristotele Onassis, lui si avvicina e gli disse: << Sono un giovane imprenditore, potrebbe gentilmente dire a queste persone che lei conosce e utilizza la mia moka >>.

Onassis stette al gioco : << sai che non ho mai bevuto un caffè così buono come quello che esce dalla tua moka Renato ? >>. 

  

Tutto ciò facilitò a convincere i francesi e a far sì che da lì a poco Bialetti divenne un imprenditore internazionale . 

  

Quella di Renato Bialetti è una storia tutta italiana che inizia nel 1919 a Omegna in Piemonte, dove il padre fonda un’officina per la fusione e la lavorazione dell’alluminio.

  
La vera nascita arriva nel 1933, quando Alfonso Bialetti, mentre osserva le donne di Omegna fare il bucato, come per incanto ha un’intenzione, progettare una moka che rivoluzionerà l’abitudini comuni di fare il caffè in casa. 

  
Fino al dopoguerra la produzione rimarrà di 70 Mila pezzi annui, la vera svolta arrivo’ con il passaggio dal padre al figlio, Renato riuscì a portare la moka a livelli internazionale, orgoglio di un uomo italiano capace di affermare il suo marchio ….  

 
93 anni di moke con i baffi e per amor nostro di caffè davvero buono. 

Grazie Renato …. Mi vado a fare una bella Moka con i baffi !!!! 

Annunci